L’ambiente e l’approccio educativo

Nido d’Arte è uno spazio e un tempo per l’infanzia in cui un ambiente ordinato e essenziale lascia lo “spazio” necessario affinché pensiero e fantasia diventino uno il nutrimento dell’altro.   La semplicità e il calore di un “nido” accogliente: un arredo essenziale, colori tenui, assenza di giochi strutturati e preconfezionati, è pensato per accogliere e lasciarsi riempire dalla specialità di ogni bambino rispondendo al suo bisogno di sviluppo senso-motorio-percettivo. Nello spazio saranno presenti, ovunque, strumenti musicali e arredi sonori-interattivi, facilmente raggiungibili dal bambino.
NidodArte privilegia il piccolo gruppo per valorizzare le diversità individuali, favorisce la continuità educativa orizzontale e verticale con l’ambiente familiare, con l’ambiente sociale e con gli altri servizi esistenti sul territorio per la prima infanzia.
In NidodArte i bambini sono liberi di riempire mentre un adulto competente accompagna il processo evolutivo senza volersi sostituire, intervenendo con discrezione e rispetto, fornendo il calore e la protezione necessari.

La relazione significativa-affettiva

La relazione significativa con i bambini implica la comunicazione efficace quindi è importante porre grande attenzione alla coerenza tra parole e azioni, eliminando ogni forma di giudizio e attribuendo un valore simbolico alle azioni e alle attività quotidiane. L’autenticità è artefice di questo legame emotivo-affettivo, indispensabile nella relazione empatica finalizzata all’apprendimento del bambino.   L’osservazione e l’ascolto sono i principali strumenti dell’educatore per conoscere il bambino e la relazione con esso. L’educatore attento deve saper riconoscere le varie fasi di sviluppo di un bambino per poter accompagnare, con interventi adeguati, il volere, il sentire e il pensare verso uno sviluppo equilibrato. Utilizzeremo la “baby observation” e dopo una attenta osservazione iniziale su ciascun bambino formuleremo le strategie educative volte a stimolare le varie intelligenze del bambino. Porremo la nostra attenzione sul significato e l’importanza del linguaggio inteso come uno strumento, come mezzo per esprimere pensiero e sentimenti.

Strumenti evolutivi

La Musica e il ritmo
Il suono è parte di noi e della nostra vita sin dalla gestazione come mezzo privilegiato di comunicazione e quindi relazione: la musica della voce materna, il battito del suo cuore ci attraversano passando per la pelle, fino a riempire di vibrazioni tutto il nostro essere.    La musica è inoltre gioco e divertimento, la dimensione in cui diventa possibile la libera espressione e la partecipazione attiva. Il processo di apprendimento sarà scandito dall’interazione armonica di ritmi interni-esterni.

L’immaginazione e il gesto creativo
Per incrementare la creatività e l’immaginazione del bambino è molto proficuo l’utilizzo di materiali semplici, che permettano un gioco che potenzi la fantasia. I materiali non strutturati, come stoffe e blocchi in legno permettono trasformazioni varie, quanto lo desiderano la creatività e la fantasia del bambino.   Al gioco libero di fantasia sono legate sensazioni positive come la gioia, la vivacità, una motricità più attiva e il risveglio delle capacità creative. In questo modo il bambino può sperimentare meraviglia e libertà di espressione passando attraverso l’educazione all’ascolto, la conoscenza, lo sviluppo della corporeità e la pluralità dei linguaggi.